in Nuova Zelanda la sicurezza stradale passa attraverso video shock

Video shock sicurezza stradale

 

video shock incidenti stradaliLa sicurezza stradale è un tema molto importante, sopratutto negli stati più civilizzati. Ci sono molti metodi per cercare di ridurre i feriti sulle strade: si possono imporre limiti di velocità più severi, si può imporre di rispettarli tramite controllo, si possono migliorare le condizioni delle strade e mettere su strade auto più sicure.

Nel nostro paese vengono seguite le ultime due strade : da un lato si cerca di obbligare la messa su strada di auto sicure, controllate tramite la revisione (anche se, spesso, a chi revisiona interessa semplicemente fare i soldi, senza controllare niente), dall’altro invece si cerca di imporre il rispetto dei limiti con autovelox che, palesemente, spesso però non sono altro che un sistema di tassazione “vestita” da sicurezza.

E’ cosa comune, difatti, trovare strade molto danneggiate, con autovelox nuovi di zecca. Prima di spendere soldi per gli autovelox, non è meglio spendere soldi per asfaltare , illuminare, e rendere più sicure le strade?

in altri paesi invece, come la Nuova Zelanda, si lavora diversamente.

Si trasmettono dei veri video shockanti, che cercano di far breccia sull’emotività delle persone, convincendole a guidare in modo più sicuro.

Sono convinto sia un metodo sicuramente valido, e da mostrare anche ai bambini, che, sono sì i primi che si spaventano, ma anche i primi che dichiarano la loro paura al papà che è al volante e che, non curante dei limiti di velocità, di solito è molto più protettivo nei confronti dei figli che non nei propri.

Vi lascio al filmato 🙂

di questo video ce ne sono molti altri, alcuni cominciano a venir trasmessi anche nel nostro paese.

 

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *