Un giorno il nostro cellulare potrebbere ripararsi da solo

Dei ricercatori americani sono riusciti a produrre circuiti della dimensione di una monetina in grado di auto ripararsi nel caso in cui venissero danneggiati, ovviamente senza l’ausilio di interventi esterni. La riparazione avviene tramite delle speciali capsule contenenti un metallo liquido , che entrano in gioco nel momento in cui alcuni speciali sensori rilevano il malfunzionamento tramite un costante controllo di tensione, corrente, e quindi potenza elettrica.

Queste microcapsule riescono a risolvere microlesioni del circuito, in un tempo inferiore al secondo.

Le applicazioni potranno essere sicuramente molte, nel caso di circuiti minuscoli. Non funzionerà per circuiti di grandi dimensioni … (e mi viene da dire per fortuna! )

L’epoca del consumismo aprirà la strada alla riparazione? vedremo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *