Tag: Sviluppo

Come testare wordpress e altre applicazioni senza installarle

A volte si vorrebbe poter provare alcune soluzioni che richiedono una certa configurazione come può essere wordpress, ma non si vuole nemmeno installare un web server locale “sporcando” così il proprio computer, magari quello non di lavoro.

Per risolvere questo problema, o addirittura per avere un server web locale disponibile solo in caso di necessità, ci vengono in aiuto le macchine virtuali prodotte da Bitnami

TFL5AVE
Enter a caption

Bitnami infatti propone, tra le sue soluzioni, ambienti precostruiti che soddisfano particolari e specifiche esigenze, sia come container docker sia come macchina virtuale.

Installiamoci quindi Virtualbox, l’implementazione opensource di macchie virtuali e i nostri nuovi applicativi saranno a portata di click senza intaccare minimamente il nostro sistema principale. Comodissimo!

Supponiamo ad esempio di voler provare un software amministrativo da voler proporre alla nostra azienda senza però “disturbare” il reparto IT prima di aver saggiato il risultato ottenibile.

Cerchiamo il software desiderato tra le macchine virtuali presenti,

la scarichiamo con un click, la importiamo in virtualbox con un click, e semplicemente avviando la macchina virtuale questa ci fornirà l’indirizzo web al quale far puntare il nostro browser per cominciare a valutare il nuovo software.

 

Come indicizzare un blog blogger

Come indicizzare un blog blogger

In questo articolo vedremo come migliorare l’indicizzazione del nostro Blog da parte di Google. innanzitutto, dobbiamo aiutare Google a capire come è fatto il nostro sito, in modo che sappia già dove andare a mettere le sue dolci manine. Per fare questo, esiste un documento apposito, che si chiama sitemap. Questo documento non è altro che un testo pieno di righe con all’interno i percorsi di ogni singola pagina. Ogni blog fortunatamente ha un sistema automatico per generare questo documento : è sufficiente aggiungere

/atom.xml?redirect=false&start-index=1&max-results=500

all’indirizzo del blog, ottenendo , almeno nel mio caso :

http://assiemelosappiamo.blogspot.it/atom.xml?redirect=false&start-index=1&max-results=500

Adesso siamo a metà dell’opera. L’altra metà è entrare nel magico mondo degli “strumenti per il web master” messi a disposizione da Google per aiutare i giovani web master come noi. è sufficiente effettuare la login con il proprio account gmail ( quello del blog va benissimo ) e collegarsi alla pagina degli strumenti per il web master aggiungiamo un sito , il nostro,

e poi entriamo nell’area delle ottimizzazioni, cliccando sitemap sulla sinistra

e in conclusione inviamo il link prima generato.

La nostra mappa sarà bella che pronta per “insegnare” a Google dove sono i nostri bellissimi post 🙂