Samsung galaxy gio S5660 : dal root alla mod : prestazioni, stabilità , e memoria. Ecco come fare.

Samsung Galaxy Giò : Root e modding

Ciao!
questa sera voglio cercare di spiegarvi come effettuare un’operazione che attira molte persone, e ne spaventa altrettante.
Innanzitutto ci tengo a sottolineare che questa operazione invalida la garanzia. Sebbene nella pratica ci siano esempi in cui non sia vero, partiamo dalla regola che è così.
Tuttavia, l’operazione non è poi molto complicata, e neanche molto pericolosa.
Innanzitutto bisogna diventare pieni padroni dello smartphone , ovvero ottenere i permessi di root.

Ottenere i permessi di root

Per effettuare il root del telefono, è facile. Basta scaricare questo file , che è un file zip, e NON va modificato ne estratto! va lasciato intatto e tramite Kies (che servirà anche dopo ) , inserilo nel telefono, va benissimo nella cartella iniziale della memoria di massa.
A questo punto, spegnere il telefono. Riaccenderlo tenendo premuto tasto home : in questo modo si raggiungerà un menu testuale.
in questo menu testuale, scegliere “Update from Sd Card” , selezionare il file e procedere.
Riavviare il telefono : sorpresina! tra le applicazioni installate ci sarà un’iconcina nuova , dalle sembianze di un pirata : siamo amministratori del nostro telefono!
Bene.
Adesso però , prima di installare una versione modificata del sistema operativo, dobbiamo preparare il terreno.

Clockworkmod

Il telefono è fatto per potersi ripristinare con i dati di fabbrica nel caso in cui volessimo ricominciare da capo. 
Andiamo a sostituire questa versione di fabbrica con una versione che permette di sostituire i dati di fabrica con le versioni modificate di android : abbiamo bisogno di una speciale versione del software chiamato clockworkmod , che possiamo scaricare da qui.
Scarichiamola e inseriamola nel telefono , come abbiamo fatto prima. Update from sd card di questo zip, aspettiamo, e voila! recovery mod installata!
Benissimo, ci siamo quasi 🙂

Android Light Orange

Adesso, di versioni modificate di android da installare ce ne sono molti. Molti ritengono che le derivate di Cyanogenmod siano le migliori, pur tuttavia ne ho provate diverse e , in questo caso, sono convinto che invece la migliore sia Light Orange : basata sulla versione iniziale di Android, è ottimizzata ed alleggerita : bella, potente e veloce!
scariciamola dunque da qui , e infiliamola nella solita cartella iniziale del telefono.
Detto questo, comunque, il più lo abbiamo fatto.
Ora andiamo per spegnere il telefono : troveremo un pulsante nuovo : recovery. Cliccando, andiamo a finire nelle nuove schermate introdotte dalla precedente clockwockmod installata.
Dobbiamo quindi piallare via i dati del telefono :
spostandoci con volume più o volume meno, selezioniamo 
Wipe Factory Data
Wipe Cache
poi entriamo in advance e scegliamo anche Wipe Dalvik
Ottimo! il telefono è bello che pulito ! 🙂
ora scegliamo install from zip , e selezioniamo il file zip della Light Orange precedentemente scaricato. Conferniamo e … aspettiamo.
Seguiamo le indicazioni che ci vengono presentate e gustiamoci il nostro nuovo telefono bello , leggero e veloce 🙂

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *