quattro trucchi per fare la pizza fatta in casa in modo più facile

Come si fa la vera pizza? sicuramente i maestri pizzaioli hanno capacità, attrezzatura e conoscenze che permettono di realizzare dei veri capolavori. Ma noi comuni mortali? Come possiamo ottenere un risultato buono senza sporcare mezza casa e trenta contenitori? Vi insegnerò alcuni trucchetti che ho imparato con la pratica. Molto di voi potrebbero criticarli o metterli in pratica : fatemi sapere cosa ne pensate di questi quattro trucchi per fare la pizza fatta in casa in modo più facile sulla pagina facebook ! 🙂

pizza facile

Ah … volete sapere cosa c’entrano i porchi? ve lo dico alla fine 🙂

Trucco numero 1 : lasciate perdere le farine speciali

quattro trucchi per fare la pizza fatta in casa in modo più facile
maglia glutinica

Sembra un’assurdità, ma sono arrivato a questa conclusione dopo aver impastato un centinaio di pizze. Normalmente, per fare la pizza, si va alla ricerca di farine particolari, e si leggono paroloni come maglia glutinica, coefficiente w, forte, e molti altri dettagli tecnici. In sintesi, ci sono farine che permettono di ottenere impasti più elastici ed altre più “secche” che ti fanno ottenere impasti meno elastici, più simili al pongo, ovvero che, come li tiri, restano. Ho usato per più di un anno la farina manitoba convinto di trovare in essa un alleato. Mi sbagliavo. La farina manitoba, come tutte le altre farine particolarmente forti ( forti significa che hanno un coefficiente “w” alto, ovvero che sono elastiche, perchè ricche di proteine) permette di ottenere una palla di pasta estremamente elastica, talmente elastica che diventa un incubo nel momento in cui la devi tirare. Rende bene l’idea una foto che scattai molto tempo faUna volta ottenuto l’impasto, cerchi di stendere la tua simpatica pallina, ottenendo un disco che … dopo qualche secondo torna indietro come una palla di gomma. Oltre ad essere insopportabile, necessita di molti passaggi e di molto tempo. Usare una comunissima farina e vedrete che, dopo un paio di mattarellate, il disco di pasta resterà perfettamente come lo avrete impostato, facendovi risparmiare molto tempo.

Trucco numero 2 : lasciate perdere l’impasto a mano e impastate direttamente in una terrina

Ho spesso impastato a mano, sporcando tavoli e seminando farina ovunque, perché la pasta va impastata a mano. Certo, va impastata a mano con movimenti ampi tanto quanto un giorno bisogna anche morire. Lasciate perdere l’impastare a mano e procuratevi un frullatore con le viti, come questo che ho comprato su amazon

Usate le viti (non so se è il termine corretto) e impastate direttamente dentro alla terrina e passa la paura, ma restate sotto ai 6 etti di farina per non rovinare il piccolo e utile aggeggino. Se siete in tanti, meglio una planetaria

Trucco numero 3 : non serve sciogliere il lievito (di birra) a parte

Io amo il lievito di birra e le polveri lievitanti “sintetiche” mi lasciano perplesso (oltretutto, lasciano anche un sapore “salino” all’impasto). Il lievito di birra in cubetto è scomodo perchè non resiste più di un paio di settimane in frigo, usate allora il lievito di birra liofilizzato, comodo in pratiche palline. Resiste per anni, ma necessita di venir “attivato” lasciandolo un dieci minuti in un po d’acqua a trenta gradi (diciamo, tiepida) con un pò di zucchero. Per evitare questo passaggio, che vi farà sporcare un altro bicchiere ed un altro cucchiaino, mettete il lievito direttamente nella terrina che conterrà la pasta (avete letto il trucco numero 2?) con l’acqua e lasciatelo sciogliere direttamente dentro lì. Quindi, riepilogando, siete in 2? 500 grammi di farina, una bustina di 10 grammi di lievito, 275 grammi d’acqua. Mettete l’acqua tiepida nella terrina, quindi la bustina di lievito e mezzo cucchiaino di zucchero. Dopo 10 minuti date una mescolata e quindi versateci la farina, e sopra la farina un cucchiaino colpo di sale da cucina, e un pò di olio. Avete evitato di sporcare bicchieri per il lievito, per l’acqua. Oltretutto, per non sporcare neanche la bilancia, appoggio la terrina direttamente su di essa. Nel mio caso . uso una bilancia elettronica che è davvero comoda

Trucco numero 4 : Congela le palline in più

Per impastare serve tempo e si sporca (anche se, con i trucchi spiegati sopra, molto meno del normale!) ma la cosa positiva è che la pasta si congela perfettamente. Considerate che per una pizza normale vanno bene 180-200 grammi di pasta, di conseguenza, facendone 5-6 etti, riuscite a mettere via una pallina surgelata. Ogni due giri vi ritrovate con due palline e quindi il terzo round vi viene gratis. Un consiglio : mettete la pallina in un sacchetto per gli alimenti e quindi in congelatore.  Quando la userete, strappate via il sacchetto prima che la pallina si scongeli, o si appiccicherà tutto. Se si appiccica non succede niente di male, tranne per il fatto che perderete un bel pò di impasto.

E voi, cosa ne pensate di questi quattro trucchi per fare la pizza fatta in casa in modo più facile ?

ah … i porchi … dalle mie zone … sono le imprecazioni! hai capito allora perchè più pizza e meno porchi? 😉

quattro trucchi per fare la pizza fatta in casa in modo più facile
Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *