In Californa si impara a leggere … la mente.

Non siamo di fronte a trucchi da mago, ma ad un caschetto simile a delle grosse cuffie per ascoltare la musica, oltretutto parecchio economico ( 100 dollari ) che permette di identificare, con un margine di errore inferiore all’1%, il pensiero di chi le indossa.

In futuro la password basterà pensarla. La sicurezza dei dati sempre con noi
Sinceramente trovo molto più interessane l’uso di tecnologie simili alle persone con difficoltà motorie , ma strumenti come questo apriranno le porte a interconnessioni mentali a sempre più dispositivi : veicoli, aerei … la nostra mente sarà sempre più strumento di lavoro 🙂

Le Password? Passthought ! basta il pensiero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *