ebook iva al 4% : l’Italia affronta l’Europa

ebook iva al 4% : l’Italia affronta l’Europa

Il governo si è fortemente imposto di riuscire a portare l’iva degli ebook al 4% come nei libri cartacei al posto dell’attuale 22% , seguendo Francia e Lussemburgo, verso i quali l’Europa ha già puntato il dito.

ebook iva 4

Secondo l’attuale governo, un libro è un libro e non importa quale sia il supporto, cartaceo o elettronico. Sicuramente un grande segno di civiltà offerto da un governo giovane, innovativo e moderno (prego partire con la polemica).

Non mancano, per l’appunto, le polemiche, sia da parte degli editori, sia da parte di chi (e su questo mi unisco anche io) pensa già che meno iva non implichi un costo più basso degli ebook, ma un costo paritetico e un guadagno più alto da parte del rivenditore.

Digitalizzazione implica anche rispetto per la natura, con meno carta da produrre e meno trasporti da realizzare. Digitalizzazione significa anche maggiore condivisione delle informazioni, abbattimento dei tempi, e non solo, maggiore qualità dell’informazione, con libri che possono venire aggiornati in tempo reale.

Ricordo ancora ora i miei libri di elettronica, sempre con gli stessi errori, cambiando solo il colore della copertina, per incentivare le famiglie ad acquistarle nuovamente invece di cederli come usati.

Vedremo in quale inghippo burocratico andremo ora ad affossarci ma vi propongo il lettore di ebook principe, l’amazon Kindle Paperwhite, schermo da 6″ ad alta risoluzione (212 ppi) con luce integrata di nuova generazione, Wi-Fi

che permette di portarsi dietro migliaia di libri in tutta comodità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *