Come bloccare telefonate indesiderate su telefono fisso

Come bloccare telefonate indesiderate su telefono fisso

Con il mercato in crisi, le telefonate indesiderate su telefono fisso sono sempre più frequenti, per cercare di proporre ogni tipo di prodotto.

Ma come difendersi da questo fastidio?

Purtroppo non sembrano esistere apparecchietti hardware che filtrano le telefonate in ingresso al telefono, sebbene non ne veda il limite tecnologico, ma vi è un ente statale che può aiutarci, il registro delle opposizioni

il registro delle opposizioni offre informazioni davvero ben dettagliate nel suo sito ufficiale www.registrodelleopposizioni.it e offre la possibilità di iscriversi gratuitamente in molti modi, dall’email, alla compilazione della richiesta online, alla telefonata.

Apprezzo davvero la qualità di questo servizio, per la sua semplicità e chiarezza. E, cosa non da poco, ci sono degli operatori che rispondono sul serio.

il servizio è di aiuto se il proprio numero di telefono è presente nell’elenco telefonico, altrimenti, non cambia nulla.

Ho chiesto comunque informazioni al gestore, per fermare continue telefonate inopportune da parte di operatori Vodafone, anche dopo che mi hanno promesso varie volte che non mi avranno più chiamato (ridendomi in faccia e sbattendo giù il telefono).

Se questo accade vuol dire che la compagnia ha ottenuto, in qualche modo, il vostro numero di telefono di casa (ad esempio, acconsentendo il trattamento di dati a terzi compilando la tessera del supermercato)

In quel caso, potete procedere nel seguente modo

l’iscrizione al Registro Pubblico delle Opposizioni è riservata ai cittadini la cui utenza è presente negli elenchi telefonici pubblici in quanto rappresenta uno strumento di tutela dei dati personali presenti in questi elenchi (per esempio Pagine Bianche).Pertanto con l’iscrizione al Registro Pubblico delle Opposizioni, in ottemperanza del Decreto del Presidente della Repubblica n°178 del 7 settembre 2010, cessano le chiamate effettuate dagli operatori di telemarketing che utilizzano come fonte dei propri contatti gli elenchi telefonici pubblici.
Gli operatori che utilizzano per i contatti fonti diverse dagli elenchi telefonici pubblici possono – secondo la normativa in vigore – chiamare coloro che hanno fornito ai soggetti terzi un esplicito consenso al trattamento dei propri dati personali. Tale consenso potrebbe essere stato raccolto durante la stipula di un contratto o all’atto di adesione a servizi (per esempio tessere di raccolta punti). Si precisa che l’iscrizione al Registro Pubblico delle Opposizioni non vieta chiamate provenienti da fonti diverse dagli elenchi telefonici pubblici.
In base all’art.7 del Codice in materia di protezione dei dati personali è possibile richiedere la revoca del consenso concesso a terzi, inviando l’apposito modulo con la richiesta al titolare del trattamento dei dati.
Un fac simile del modulo per richiedere la cancellazione dei dati si trova sul sito del Garante per la Privacy al seguente indirizzo:
http://www.garanteprivacy.it/garante/document?ID=1089924

Un commento

Join the Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *