Category: Pensieri

spreco di risorse

L’insufficienza delle risorse infinite

Il fatto che la regione Veneto abbia reintrodotto una tassa al fine di poter completare i lavori relativi alla nuova strada Pedemontana (http://www.venetoeconomia.it/2017/03/addizionale-irpef-pedemontana-veneta/) , mi porta a scrivere un articolo tenuto a lungo nel cassetto che ho deciso di chiamare l’insufficienza delle risorse infinite.

Con questo particolare titolo voglio trasmettere un concetto che a mio avviso concretizza l’inefficienza di ogni sistema che ha a sua disposizione risorse (economiche) infinite, com’è appunto qualsiasi tipo di sistema statale che può attingere risorse aumentando le tasse.

Certo, in quanto, tra spremersi le meningi per trovare una soluzione alternativa e aumentare le tasse, è palesemente più semplice aumentare le tasse. è umano. è lo stesso motivo per cui suonare la batteria è complesso: il nostro cervello (non che sia un esperto di questo argomento, ma cos’ ho letto su una copia di Airone, una rivista di informazione) non è fatto per sprecare energie, e suonare la batteria, che implica muovere arti a ritmi diversi senza una motivazione strettamente legata alla sopravvivenza, è un enorme spreco di energie. Quindi, tra il fare fatica per trovare una soluzione e semplicemente aumentare le tasse senza che nessuno possa opporsi, è ovviamente più semplice aumentare le tasse.

Ed è per un motivo simile che nessuna istituzione pubblica è efficiente. Se in un’azienda privata, lo spreco di risorse è contrastato da ovvi motivi che ruotano attorno al profitto personale (o aziendale), in un’azienda pubblica, dove “nessuno paga”, non c’è alcun motivo per non “sprecare” o per sforzarsi alla ricerca di una soluzione alternativa ed efficiente.

Ecco perchè le risorse infinite possono essere insufficienti.

 

Cosa regalare a dei neonati

Regali per neonati

Che cosa regalo al neonato dei miei amici? che cosa può servire a quel bambino?

regali per neonati

sono domande frequenti tra chi non ha figli e non ha esperienza in merito. Ecco che abbiamo deciso di scrivere questo articolo per dare qualche dritta  a chi ne ha bisogno per scegliere dei regali per neonati.

Vestitini, e non si sbaglia mai, ma …

I vestitini sono un regalo sempre verde, e non si sbaglia mai, a patto tuttavia di regalarlo con una vestibilità di molti mesi superiore all’attuale età del neonato.(e tenete in considerazione anche la stagione!). Infatti, se il neonato è appena nato, supponiamo adesso, quindi in inverno, evitate di regalare vestitini taglia 0, perchè probabilmente i genitori saranno strapieni. Molto meglio regalare un 6 mesi, da indossare in primavera. Si, sei mesi, non 3, questo perchè la maggior parte dei neonati veste almeno 3 mesi in più rispetto a quanto dichiarato nei vestitini. Ne possiamo trovare molti qui

Giochini, c’è da sbizzarrirsi

L’unica cosa da tenere in considerazione qui è che i mesi dichiarati nei giochini non corrispondono a quello che i bambini sanno fare, corrispondono solo alla voglia di vendere qualsiasi cosa. Allora, tutti i giochini che vanno tenuti in mano, vanno regalati a neonati che hanno almeno 3 mesi. Prima non sono in grado di fare assolutamente nulla, tanto meno tenere in mano gli oggettini. Dopo di che, anche tra questi, partite con giochini piccoli, leggeri, facilmente impugnabili e ancora meglio che suonino.

Gadget elettronici

Come regali per neonati sono comodissimi sono gli scaldabiberon perchè funzionano anche da sterilizzatori, oppure gli angel care, da mettere sotto al lettino del neonato. Il primo torna sempre comodo, il secondo è utile solo se i neo genitori sono fortunati e hanno una casa grande, perchè in alternativa se il neonato dorme nella stanza a fianco,  l’ausilio di telecamere o angel care non è necessario. L’angel care è qualcosa di più evoluto della telecamera perchè percepisce e gestisce anche battito, respirazione, e temperatura del piccolo. Può essere molto comodo anche il termometro ad infrarossi,

perchè misura la febbre in pochi attimi e non necessita contatto. Se il neonato è uno scalmanato come mia figlia, usare un termometro rettale può essere molto complicato. Quello a infrarossi poi, viene comodo anche per adulti o animali.